Home » , » Butterfly tattoo

Butterfly tattoo



Leggiadre e colorate, sinonimo di leggerezza e grazia, sono una delle riproduzioni preferite dalle giovanissime che si accostano al mondo dei tatuaggi. Le farfalle, rappresentate in ogni stile e in ogni cultura, sono infatti fonte inesauribile di ispirazione per la body art, grazie alle infinite possibilità artistiche realizzabili sulle ali. Tatuarsi una farfalla significa generalmente scegliere qualcosa di semplice e discreto; per le sue ridotte dimensioni, è quindi un tatuaggio che ben si adatta alla parte superiore della spalla, alla caviglia, al piede oppure alla zona posteriore del collo.





Pur nella sua sobrietà, la farfalla può essere un tatuaggio ricco di fascino e seduzione soprattutto se realizzata - Belen docet – nelle vicinanze delle parti intime.




Ma cosa simboleggia la farfalla? La farfalla, considerata anzitutto metafora vivente di tutto ciò che è effimero e incostante (perché ha vita breve e svolazza di fiore in fiore), nell’arte è simbolo della spiritualità dell’anima capace di liberarsi dalla materia bruta così come la crisalide si libera dal suo bozzolo. Per popoli antichi come Romani, Greci, Celti delle Gallie e d’Irlanda (e Oltreoceano, per gli Aztechi) le anime dei morti si tramutavano in farfalle. Nella lingua greca il termine psyché significa egualmente «spirito», «anima umana» e farfalla.



In Giappone la farfalla è l'emblema della donna e della vergine, due farfalle raffigurano la felicità coniugale. Sono anche sinonimo delle anime vaganti, la loro presenza annuncia una visita o un decesso se in casa ci sono persone ammalate. In Cina è simbolo del giovane bramoso di sperimentare il proprio erotismo in giochi amorosi. In Oriente, paradossalmente vista la breve vita delle farfalle, è usata per indicare lunga vita, poiché corrisponde al numero settanta, perciò augurando "farfalla" si augurano altri settant'anni. Nel simbolismo della farfalla colpisce la sua strabiliante metamorfosi, simbolo di rinascita e realizzazione: dall’uovo nasce il bruco, che diventa crisalide e poi raggiunge lo splendore di una forma meravigliosa, eterea e gioiosa, con grandi ali. Anche le figure fantastiche di alcune leggende hanno ali di farfalla; così vengono immaginate le fate e alcune figure mitiche antiche, come la greca Psyche e la bella sposa cinese di Yuan k’o, l’Immortale Giardiniere.
Condividi con i tuoi amici :

3 commenti:

Cristian Pappafava ha detto...

Grande Cecy!!!!!!
Si sentiva la tua mancanza!!

Cecilia Ferranti ha detto...

Grazie Cri!!!!!

Marika Semyn ha detto...

I love butterfly!

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento, è gratuito e non è necessario registrarsi, basta scegliere "anonimo" come tipologia di utente.

 
Support : papparana@gmail.com
Copyright © 2013. Pappa Blog