Home » , » Real Alcazar de Sevilla

Real Alcazar de Sevilla


Uno dei monumenti che più mi ha colpito nella mia breve visita a Siviglia è stato il Real Alcazar. Originariamente era un forte dei mori, l'Alcázar è stato ampliato svariate volte. Gli Almohadi furono i primi a costruire un palazzo, chiamato Al-Muwarak, in questo luogo. Molti dei moderni alcázar sono stati eretti sulle rovine di quelli dei mori per mano di Pietro I di Castiglia (noto anche come Pietro il Crudele) a partire dal 1364. Pietro utilizzò i lavoratori mori per costruire il proprio palazzo in stile islamico. Il palazzo resta uno dei migliori esempi di architettura mudejar, stile sviluppatosi durante il regno cristiano della Spagna, ma che utilizzò influenze architetturali islamiche. I successivi monarchi aggiunsero parti all'alcázar. 
Carlo V apportò modifiche in stile gotico, in contrasto con le precedenti sezioni in stile islamico. E' interessante sapere che ancora oggi i reali spagnoli lo usano come dimora per il soggiorno a Siviglia. Oltre alle pareti adorne di piastrelle e le varie lavorazioni, la cosa da vedere assolutamente è l'immenso giardino retrostante, ricco di vegetazione e fontane. Come vedete dalle foto che io e la mia ragazza abbiamo scattato, il giardino, o meglio "i giardini" (perchè sono più di uno) sono ricchissimi di flora variegata e comprendono anche varie vasche con pesci, labirinti fra le siepi, numerose fontane e diverse panchine realizzate in muratura ricoperta da piastrelle, sullo stesso stile delle stanze interne. La splendida giornata di sole che abbiamo incontrato quel giorno, ha esaltato la bellezza del posto, regalandoci un piacevole senso di benessere.


Condividi con i tuoi amici :

2 commenti:

Gitano Sedentario ha detto...

Ogni volta è come la prima volta. Più la vedo e più me piace!

Cristian Pappafava ha detto...

Ale...a me e la Marta è piaciuto tantissimo!!!!!

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento, è gratuito e non è necessario registrarsi, basta scegliere "anonimo" come tipologia di utente.

 
Support : papparana@gmail.com
Copyright © 2013. Pappa Blog